sabato 5 settembre 2009

Occupazione: i casi della Stream di Macchiareddu e della profer System anticipano l'autunno caldo in Sardegna

Si preannuncia un autunno caldo per i lavoratori della Sardegna. I casi della Stream di Macchiareddu e della profer System che mettono in crisi 110 famiglie potrebbero essere solo l'inizio di una tempesta destinata a scatenarsi nei prossimi mesi sul mondo occupativo sardo. La Stream fornisce il servizio assistenza tecnica per società come Samsung, Vodafone, Hp e Dell. E proprio la perdita di una commessa dell'americana Dell potrebbe scatenare i problemi per i lavoratori: 60 dipendenti a tempo indeterminato rischiano il licenziamento.
la Profer System di Nuraminis, fabbrica di manufatti in cemento armato chiude dopo appena due anni di vita. A perdere il lavoro saranno 50 persone.
Il segretario della Cisl Mario Medde chiede un aumento della capacità di spesa della regione in quanto le risorse in bilancio sono insufficienti ad affrontare l'emergenza. In questo senso viene auspicata la riapertura di un tavolo di confronto Stato-regione per rinegoziare il limite di spesa stabilito dal patto di stabilità interno

2 commenti:

alfonso9999 ha detto...

E' una vergogna che un azienda come Stream possa assorbire i contributi regionali con false promesse come la diminuzione della disoccupazione emettendo contratti d'apprendistato farlocchi che hanno solo il nome "apprendistato" e che in realtà vengono impostati dall'azienda stessa come subordinati senza dare ai lavoratori alcun tipo di supporto, alcun tipo di tutor e ancora peggiore nessun responsabile ne assitenza sanitaria durante i turni notturni, per non parlare dei building non a norma dove l'azienda è situata: cavi volanti, finestre che cadono addosso alle persone. Vergognatevi Spero che ve ne andiate dalla nostra sardegna per non tornare mai più truffatori, ingannatori dei giovani... approffitate della disperazione dei giovani per fare soldi e poi sparire VERGOGNAAAAAAAA

emanuele piga ha detto...

E una vergogna ke una fabbrika come la profer system aperta da meno di 2 anni con i contributi regionali fallisca.Dove sono finiti quei soldi? possibile ke le istituzioni iniziando dall'assessore regionale al lavoro non abbiano vigilato o non hanno voluto vigilare? possibile ke il "grassone" con il suo socio si siANO MANGIATI tutti i fondi destinati al avviamento al lavoro degli oltre 70 operai? possibile ke quando si guardano allo specchio non si sputino in faccia? ke tutto taccia sia le istituzioni e i media? tante domande poke certezze:a rimetterci siamo e saremo sempre noi poveri ma onesti e lenostre famiglie.....firmato ex operaio profer system sarda molto incazzato e deluso ....